giovedì 5 novembre 2009

Pinkerton 1 cover

Sto disegnando il primo episodio di Pinkerton S.A. di cui pare che io sia anche copertinista, la nuova miniserie di Star Comics scritta da Andrea Aromatico. A Lucca Comics 2009 è stato distribuito un numero 0 di presentazione dove c'erano le prime 8 tavole della storia, qui vi mostro la cover definitiva e due prove di copertina, colorata da Ketty Formaggio.







10 commenti:

dark0 ha detto...

grande giuseppe! :D ma che te lo dico a fare ormai? :)

duke ha detto...

Era ora che alla Star ti scoprissero anche come copertinista, per citare il grande Mike:" sempre più in altoooooo!!!!" ;)

Elena Cavaliere ha detto...

Oh ma... yeah!!! Ma come ce n'era il n°0 e io non l'ho preso??? @.@ T-T
Che bello anche Ketty *_*

Alessio Fortunato ha detto...

bellissimi i colori!!!! e il disegno di fondo che fa cagare....cambia fidanzato Ketty!!!

Anonimo ha detto...

Salve Deluca, devo dire che il terzo soggetto, quello con lo scheletro di prima era sicuramente il più efficace per attrarre un pubblico di lettori interessanti al mistero, all'horror e al soprannaturale. Peccato non abbiano scelto quello.
Ottimi anche i colori, peccato che lei lavora per un editore che fa fumetto in b/n e non in quadricromia, così come sarà il trend del futuro in Italia. Saluti.
Antonio

Giuseppe De Luca ha detto...

Antonio,quella versione con lo scheletro piaceva anche a me, ma quando l'ho fatta non conoscevo ancora la trama, è stata solo una prova.
Si, riguardo al futuro "a colori" del fumetto italiano, so che in edicola ultimamente si è affacciato "Legend", bonelliano a colori.

Giuseppe De Luca ha detto...

Grazie Alessio! ^___^

...Elena ma come!? non hai preso una copia???...

grazie anche ai fedelissimi Duke e Darko. :)

Anonimo ha detto...

Perdonami, credevo si trattasse della tua proposta di tre "sketch" su soggetto originale. Non che quello definitivo non sia efficace, anzi.
Sì, in edicola c'è Legend! bimestrale a colori e penso, senza alcuna pretesa di superbia, che il pubblico generalista dell'edicola, quello a cui interessa solo leggere, quello che compra il fumetto come mezzo di svago, sia molto interessato a quel tipo di prodotto. Sostanzialmente la percezione che si ha, soprattutto su internet, del mercato dell'edicola è adulterata rispetto a quelli che sono i reali numeri dell'editoria del fumetto popolare. Io personalmente credo che il colore sia una componente fondamentale per invogliare il pubblico all'acquisto. Se noti la recente collana sui 100 anni del fumetto italiano propone storie, anche della Bonelli, tutte colorate. Per non parlare dei prodotti Rainbow/Tridimensional che per quanto puntino ad un target differente dai lettori Bonelli presentano storie colorate. La stessa Bonelli propone ogni anno un Dylan Dog a colori che ottiene dati di vendita strabilianti malgrado il prezzo altino.
Chissà se sarà possibile, in futuro, riuscire a coniugare il pubblico di lettori generalisti del fumetto Bonelli con quelli giovani che comprato Huntik e company. E' una bella sfida.
Saluti
Antonio

Anonimo ha detto...

Complimenti per la cover !
Bella la colorazione della Ketty.

Simone

pasquale qualano ha detto...

Complimenti!
Bella davvero:)

Related Posts with Thumbnails